Mike Ko Personal Portfolio

 

Home-School Education
2001-2012
Hong Kong

University of Durham
Bachelor of Science
2014-2017
United Kingdom

2017 - 2018
United Kingdom




    Né donna né uomo: il dilemma delle atlete con iperandrogenismo

        La corritrice Caster Semenya di Sudafrica ha sempre causato un dilemma per il suo sport. Lei è una atleta abbastanza apprezzata; ha già vinto due medaglie d’oro olimpiche ed recentemente un altro medaglie d’oro nei giochi del Commonwealth. Normalmente, una atleta con queste conquiste sarebbe diventata una eroina, ma la situazione di Semenya è un po’ di più complicato. La sua problema non è di prestazione ma di biologia, perché lei ha la condizione si chiama iperandrogenismo e dunque ha un livello di testosterone più alto del medio. Ovviamente, ci sono preoccupazioni che atlete come Semenya sarà avere un vantaggio ingiusto delle altre rivali più medie. Infatti, ci sono alcuni chi hanno accennato non si può comparare i suoi prestazioni con le persone con iperandrogenismo.

        Certamente questa non è una situazione divertente per Semenya; si è allenata come qualsiasi atleta ed ha vinto, ma adesso le sue conquiste sono stato negato in un senso. In questo età quando la problema d’inclusività ha diventato sempre di più importante, forse questo trattamento si sembra discriminazione. Fondamentalmente, lei è senza dubbio una donna – nonostante la sua condizione medica – dunque certo si può contendere come normale? Ma forse i rivale hanno una buona osservazione. Sport è una cosa contradittoria perché si compara le abilità delle persone di gruppi diversi ma abbastanza simile allo stesso tempo. Naturalmente ci sono differenze nella abilità tra le atlete (altrimenti non ci saranno vincitrici), ma non si possono essere troppo grande che ci sono vantaggi o svantaggi assurdo. Dunque i uomini non contendono contra le donne e viceversa; le sue fisiologia è abbastanza differente, dunque queste competizione saranno ingiusto. Infatti, l'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera sta pensando a fissare un limite per testosterone per atlete donne. Per le atlete con iperandrogenismo, i soluzioni sono prendono medicine per riduzione di testosterone o fermano partecipare in competizione d’élite. Sfortunatamente, Semenya non sta bene nelle nostre categorie in sport d’oggi; lei sarà avere sempre un vantaggio contro le donne ma un svantaggio contra le uomini. Questa dilemma è inevitabile: se non c’è parità di condizioni relativamente, non ci sarà scopo di sport.














Back to Top